I Nostri Progetti

Chiamaci: 081 344 44 33

#

Il progetto “OASI” prevede la ristrutturazione e la riconversione di un opificio 4.000 mq. che stiamo trasformando in un centro polifunzionale a servizio delle famiglie del territorio. L’intervento che si sta realizzando parte dalla certezza che un territorio migliora notevolmente quando per i suoi abitanti si creano condizioni di vita migliori.

Al momento sono già ristrutturati ed operativi:
LA MANGROVIA Un capannone trasformato in palestra di mq. 400 ca. che accoglie quotidianamente oltre 200 persone impegnate nelle varie discipline offerte;
L’AGORA’ spazio aperto di 1.200 mq. attrezzato con uno spazio giochi per bambini, tre gazebo abitualmente utilizzati per il caffè letterario, dieci tavoli per complessivi 120 posti a sedere utilizzati per la realizzazione di feste, un palco di mq. 60 per rappresentazioni teatrali e rassegne musicali e cinematografiche. L’Agorà è in grado di ospitare fino a 1.500 persone;
L’AULA VIRGILIO una sala di mq. 80 a servizio del palco e degli artisti che vi si esibiscono;
IL LABORATORIO D’ICONE E CORNICI “Arte dei poveri” di mq. 120 che costituisce una delle sezioni di avviamento al lavoro della Scuola d’Arte Napoletana frequentata da giovani a bassa scolarizzazione segnalati dai servizi sociali e dal tribunale dei minori;
’O ‘BBARRICIELLO ‘E L’OASI punto di ristoro di mq. 90 attrezzato con un bar, una cucina e di una sala capace di accogliere fino a quaranta persone.

Sono in via di ristrutturazione:
THE BEGGAR'S THEATRE - IL TEATRO DEI MENDICANTI un salone di mq. 180 che diventerà il TEATRO della struttura e ne sarà il cuore pulsante. The Beggar’s Theatre è affidato al regista MARIANO BAUDUIN e all’attore MARIO BRANCACCIO che ne curano la parte artistica e la ristrutturazione. Attualmente nel Beggar’s è già attiva la CORALE PER SAN GIOVANNI composta da oltre quaranta elementi e curata, oltre che dal regista BAUDUIN, dagli artisti PATRIZIA SPINOSI, MICHELE BONE’, MAURIZIO GRAZIANO. “The Beggar’s Theatre” – Il Teatro dei Mendicanti., è dove convivono musica di strada con ciminiere fumanti, palazzi in fiamme, miserabili accattoni e astuti traffichini; questa è l’immagine del teatro che abbiamo intenzione di impiantare, il teatro fatto col teatro e dalla gente di teatro. Shakespeare era accettato come teatro popolare con tutto che non rinunciava a temi di altissimo valore umano e poetico, e la gente lo capiva, o meglio lo percepiva e lo accettava, il teatro che andava alla povera gente e alla borghesia con gli stessi strumenti linguistici e poetici, e allora la differenza sociale viveva un’immaginaria sospensione, nel linguaggio dell’arte della scena utopisticamente si abbattevano tutti i livelli sociali, e l’uomo più miserabile, il mendicante più infelice non aveva nulla di diverso dal ricco signorotto. Questa fantasia potrebbe essere alla base di un vero lavoro di recupero dei valori di dignità e riscatto, non inteso come miglioramento economico o privilegio civico, bensì recupero di una propria appartenenza umana e collettiva sia in una dimensione di ricchezza che di povertà.
SALA ALDO ANNUNZIATA un salone di mq. 400 il soggiorno della “casa” dove si intessono relazioni e si cresce insieme come famiglia. Il salone è intitolato ad Aldo Annunziata un giovane poliziotto morto nell’adempimento del suo dovere il primo giorno di primavera del 1983.

E’ un bene confiscato alla camorra e affidatto all'associazione dal Comune di Napoli. E' uno spazio pensato e realizzato a misura di bambino.
Il progetto di accompagnamento di bambini da 1 a 3 anni e delle loro mamme, intende prevenire il pericolo dell’allontanamento dei minori dal nucleo familiare attraverso azioni finalizzate all’educazione ed alla formazione dei loro genitori.
La casa di Pippi è uno spazio dove l’apprendimento avviene attraverso il gioco finalizzato all'educazione socio-aggregativa di bambini provenienti da nuclei culturalmente deprivati.
Il gioco, attraverso il coinvolgimento di tutta la persona, a differenza di altri percorsi educativi che interessano quasi esclusivamente la dimensione cognitiva si presenta come un valido stimolo per la socializzazione e lo sviluppo della personalità poiché permette di integrare le conoscenze, le capacità e le abilità, permette, inoltre, di esprimersi personalmente e in gruppo.
Il gioco è il veicolo naturale dell'apprendimento per i bambini, è un'attività trasformante che fa maturare e permette di sviluppare le capacità percettive, il senso di responsabilità,esprimere in modo funzionale le sensazioni, migliorare l'accettazione di se e degli altri, accettare e valorizzare il comportamento interdipendente.
Inoltre nella struttura si tengono incontri protetti richiesti dal tribunale dei minori di Napoli.

#

Progetto di animazione per minori dai 3 ai 6 anni.
Si tratta di uno spazio ludoteca, luogo di apprendimento attraverso il gioco finalizzato all'educazione socio-aggregativa di minori culturalmente deprivati.
I minori coinvolti sono divisi in fasce d'età e naturalmente sono coinvolti in attività adatte alla loro capacità di apprendimento e di gestione delle situazioni.
E’ stato attrezzato un piccolo zoo con animali domestici che li educano al rispetto della natura.
I gruppi non superano mai i venti elementi, sono affidati a due Educatore dell’infanzia coadiuvati da un operatore sociale e da due volontari opportunamente formati e hanno durata di tre ore al giorno.

È un’attività di recupero scolastico per minori della scuola dell'obbligo e vuole essere di supporto alle famiglie attraverso una costante azione di monitoraggio delle scuole e delle strade del quartiere grazie alla collaborazione di Educatori di Strada, assistenti sociali, sociologi, psicologi: realizzato quotidianamente è programmato con gli insegnanti delle scuole del territorio.

I LABORATORI
l’intento è quello di offrire a bambini e ragazzi possibilità di crescita attraverso azioni educative che li rendano protagonisti e li aiutino a sviluppare la creatività, la capacita’ di lavorare in equipé, di acquisire nozioni spazio temporali. Ogni laboratorio è strutturato in incontri settimanali della durata di circa tre ore.

Sono operativi al momento i laboratori di:
CREATIVITA’ dove si realizzano oggetti fatti a mano con la tecnica dell’uncinetto, del ricamo, del riciclaggio e si insegnano i primi rudimenti di taglio e cucito
ATTIVITA’ LUDICO RICREATIVE dove si impara a stare insieme con giochi da tavolo, giochi elettronici, corsi di recitazione, ballo, canto e tornei vari.

#

In un contesto di disoccupazione diffusa è necessario inventarsi il lavoro, è per facilitare l’inserimento lavorativo dei nostri giovani che è nata la SCUOLA D’ARTE NAPOLETANA che offre percorsi formativi finalizzati alla riscoperta e diffusione di antichi mestieri che altrimenti andrebbero persi. Nella formazione sono coinvolti maestri artigiani di provata esperienza e adolescenti a bassa scolarizzazione in età lavorativa.

La scuola d'arte napoletana comprende nove sezioni:
Sezione restauro del legno, della stoffa, della carta;
Sezione doratura e finitura del legno;
Sezione arte presepiale;
Sezione ceramica;
Sezione taglio e cucito;
Sezione teatrale che contempla tutti i mestieri del teatro;
Sezione orafa;
Sezione musicale;
Sezione cucina della tradizione.

#

Lo sport, oltre a diffondere i valori della solidarietà, della lealtà, del rispetto della persona, del rispetto delle regole che sono i principi fondanti di ogni società sana, è uno straordinario ambiente per costruire competenze trasferibili in altri contesti di vita.

Grazie ad un accordo di collaborazione con l’A. S. D. MANGROVIA, associazione specializzata che dispone di importanti figure professionali ogni giorno realizziamo corsi di:
Arti marziali e MMA;
Yoga e yoga della risata;
Zumba;
Zumba baby;
Latino americano;
Samba
Balli caraibici;
Aerobica e step;
Calcio a cinque.

#

Iniziativa estiva realizzata nelle scuole del quartiere dal 1994 e che coinvolge un notevole numero di bambini e ragazzi anche di altre zone della città.
Il progetto di prefigge lo scopo di facilitare l’aggregazione e l’interscambio di minori nel periodo estivo attraverso campi estivi, giochi di squadra e di gruppo, visite e gite culturali a monumenti e parchi nazionali.